Servizio clienti: 0922/441539 - 0922/1835793 - Pronto intervento: 800 600 309

Seguici su   Pagina Facebook Ufficiale  Canale You Tube

  • Home
  • Calendario letture contatori per Comune

Calendario letture contatori per Comune

La seguente tabella indica in quali Comuni è in corso la lettura dei contatori ed in quali è in programmazione.
Nei Comuni in cui la lettura è in corso, il personale incaricato dalla  Società è presente per le attività di foto-rilevazione dei consumi idrici.
Gli operatori incaricati da Girgenti Acque S.p.A. devono indossare l’apposito tesserino identificativo della Società, e su richiesta dell’Utente, esibire idonea lettera di credenziali e documento di riconoscimento in corso di validità.

Attenzione: il personale addetto alle letture non è in alcun modo autorizzato a richiedere somme di denaro. In ogni caso non è possibile effettuare pagamenti in contanti a Girgenti Acque (se non presso lo sportello della sede centrale dell’Azienda sito in Aragona, Viale Mediterraneo s.n. – Zona Industriale di Agrigento).

Si ricorda, infine, che è obbligo ed interesse degli Utenti, per consentire il reale conteggio dei consumi, lasciare il contatore idrometrico libero da impedimenti per favorire la lettura dello stesso.
E’ inoltre possibile comunicare la lettura del proprio contatore, in modo semplice veloce e gratuito, attraverso la piattaforma ‘Servizi on Line’.
Effettuata una rapida registrazione al portale, utilizzando la sezione dedicata, basterà cliccare sul tasto ‘Utenze’ e quindi inoltrare, direttamente on line al Gestore, l’autolettura del contatore.
Attiva Notifica di lettura su ‘Servizi on Line’: è il nuovo servizio, offerto gratuitamente da Girgenti Acque, con cui l’Utente viene preventivamente avvisato, tramite mail o sms, sulla data in cui viene effettuata la lettura del contatore.
Per informazioni sulle attività di lettura: Girgenti Acque - Tel. +39 0922 1835793 | +39 0922 441539.


Calendario letture contatori per Comune anno 2019

Comune

Calendario annuale letture

Ultima lettura effettuata

In corso

AGRIGENTO Centro

dal 14 Aprile  al 7  Maggio
dal 7 Ottobre al 14  Novembre

dal 04/11 al 14/11

AGRIGENTO Zona Mare

dal 10 Febbraio al 28 Febbraio
dal 1 Agosto  al 15 Agosto

dal 13/08 al 26/08

CALAMONACI

dal 1 Marzo al 15 Marzo
dal 1 Settembre al 15 Settembre

dal 02/09 al 04/09

CALTABELLOTTA

dal 1 Marzo al 15 Marzo
dal 1 Settembre al 15 settembre

dal 04/09 al 09/09

CAMPOBELLO DI LICATA

dal 1 Aprile al 15 Aprile
dal 1 Ottobre al 15 Ottobre

dal 21/10 al 25/10

CANICATTI’

dal 1 Gennaio al 15 Gennaio
dal 1 Luglio al 15 Luglio

dal 12/07 al 25/07

CASTELTERMINI

dal 21 Marzo al 31 Marzo
dal 21  Settembre  al 31 Settembre

dal 01/10 al 08/10

CASTROFILIPPO

dal 1 Maggio al 15 Maggio
dal 1 Novembre al 15 novembre

dal 29/10 al 30/10

CATTOLICA ERACLEA

dal 1 Marzo al 15 Marzo
dal 1 Settembre al 15 Settembre

dal 09/09 al 13/09

COMITINI 

dal1 Maggio al 15 Maggio
dal 1 Novembre al 15 novembre

dal 29/10 al 30/10

FAVARA

dal 21 Maggio al 31 Maggio
dal 21 Novembre al 30 Novembre

dal 17/06 al 18/07

GROTTE

dal 21 Gennaio al 31 Gennaio
dal 21 Luglio al 31 Luglio

dal 26/08 al 28/08

LICATA

dal 21 Febbraio al 28 Febbraio
dal 21 Agosto al 31 Agosto

dal 29/07 al 13/08

LICATA Zona Mare

dal 21 Gennaio al 31 Gennaio
dal 21 Luglio al 31 Luglio

dal 29/07 al 13/08

LUCCA SICULA

dal 21 Febbraio al 28 Febbraio
dl 21 Agosto al 31 Agosto

dal 29/08 al 02/09

MONTALLEGRO

dal 21 Marzo al 31 Marzo
dal 21 Settembre al 30 Settembre

dal 09/09 al 13/09

MONTEVAGO

dal 1 Giugno al 15 Giugno
dal 1 Dicembre al 15 Dicembre

dal 15/07 al 18/07

NARO

dal 21 Aprile  al 31 Aprile
dal 21 Ottobre al 31 Ottobre

dal 15/04 al 19/04

PORTO EMPEDOCLE

dal 1 Marzo al 15 Marzo
dal 1 Settembre al 15 Settembe

dal 19/09 al 25/09

RACALMUTO

dal 1 Maggio al 15 Maggio
dal 1 Novembre al 15 Novembre

dal 06/05 al 13/05

RAFFADALI*

dal 21 Maggio al 31 Maggio
dal 21 Novembre al 30 Novembre

dal 23/04 al 30/04

RAVANUSA

dal 1 Aprile al 15 Aprile
dal 1 Ottobre al 15 Ottobre

dal 08/10 al 14/10

REALMONTE

dal 21 Maggio al 31 Maggio
dal 21 Novembre al 30 Novembre

dal 30/10 al 07/11

RIBERA

dal 26 Gennaio al 15 Gennaio
dl 1 Luglio al 15 Luglio

dal 24/06 al 04/07

RIBERA Zona Mare

dal 1 Gennaio al 15 Gennaio
dal 1 Luglio al 15 Luglio

 dal 27/06 al 04/07

SAMBUCA DI SICILIA

dal 1 Giugno al 15 giugno
dal 1Dicembre al 15 Dicembre

dal 15/07 al 19/07

SAN GIOVANNI GEMINI*

dal 21 Giugno al 30 Giugno
dal 21 Dicembre al 31 Dicembre

dal 23/07 al 23/07

SCIACCA

dal 21 Giugno al 30 Giugno
dal 21 Dicembre al 31 Dicembre

dal 12/07 al 18/76

SCIACCA Zona Mare

dal 21 Giugno al 31 Giugno
dal 21 Dicembre al 31 Dicembre

dal 12/07 al 16/07

SICULIANA

dal 1 Marzo al 15 Marzo
dal 1 Settembre al 15 Settembre

dal 16/09 al 20/09

VILLAFRANCA SICULA

dal 1 Febbraio al 15 Febbraio
dal 1 Agosto  al 15 Agosto

dal 02/09 al 04/09


Legenda:

  indica che, nel comune interessato, la foto-rilevazione dei consumi idrici (lettura contatori) è terminata.

  indica che, nel comune interessato, gli operatori di Girgenti Acque stanno ancora effettuando la foto rilevazione dei consumi idrici (lettura contatori).

isogna fare un passo indietro e, seguendo la ricostruzione degli inquirenti, tornare tra l’inizio del 2016 e la fine del 2017 epoca in cui si sarebbero svolti i fatti.

Siamo a Favara e protagonisti di questa triste storia sono padre e figlia. Lui, G. B., 51enne pregiudicato attualmente detenuto, indagato dalla Procura di Agrigento per i reati di violenza sessuale e lesioni aggravate; lei, P. B., 33enne alle prese con tante difficoltà per mantenere i tre figli, separata, convivente con il padre.

Un rapporto tra padre e figlia, tra i più genuini e naturali, trasformato in una storia violenta. Brutale è la ricostruzione della Procura su quanto accaduto: il papà-orco, in più di una occasione, si sarebbe introdotto nella stanza della figlia - anche in presenza dei nipotini - colpendola con schiaffi, pugni, tirandole i capelli e - tenendola ferma - l’avrebbe costretta ad avere rapporti sessuali completi. Talvolta per costringerla a seguirla e compiere atti di violenza sessuale la giovane donna è stata minacciata con una pistola.

Il muro del silenzio si rompe a seguito di una di queste violenze, nel settembre scorso.

E c’è un referto dell’ospedale San Giovanni di Dio che riscontra sulla figlia, testualmente, una:“contusione ecchimotica cranica frontale e tumefazione, contusione con ecchimosi zona cutanea zigomatica sovra emimandibolare omolaterale, regione posteriore braccio sinistro e mediale avambraccio sx con paziente che riferisce violenza sessuale e che mostra eritema ed edema ai genitali”. 

Secondo la Procura di Agrigento non sarebbe stato né il primo e neanche l’unico episodio. Gli inquirenti ipotizzano almeno un altro caso che datano intorno al febbraio 2016.

Il padre, questa volta armato, avrebbe puntato contro la figlia una pistola perché lo seguisse in camera da letto e, tenendo sempre l’arma in mano, avrebbe consumato un rapporto sessuale.

E, ancora, i ripetuti insulti, le minacce di farle togliere i figli o di smettere di mantenerli in quanto non suoi.

Nella vicenda, poi, si inseriscono altre cinque persone - quasi tutti familiari - indagati per  favoreggiamento e concorso in falso in quanto avrebbero mentito e taciuto sui fatti al Pubblico ministero oltre che ad aver aiutato il padre ad eludere le attività di indagine.  Per tale ragione la Procura ha chiesto, e ottenuto ieri dal gip, l’incidente probatorio per sentire al più presto la vittima e cristallizzare la sua testimonianza che - con il passare del tempo e data la fragilità del soggetto - potrebbe essere compromessa.